Quale è la tua meta?

Cerca il luogo che ti interessa e, se ci sono stata, sarò felice di aiutarti!

Alla ri-scoperta della Puglia

Non avrei avuto occasione migliore di un week-end lungo per andare alla ri-scoperta della Puglia.
Scoperta per il mio compagno di viaggio e di vita e ri-scoperta me.

Prima ancora di partire credevo che, scrivere della mia Puglia, sarebbe stato semplice tanto quanto qualsiasi altro posto.
Ma il giorno in cui ho messo piede ad Alberobello mi si è formato come un nodo alla gola.
E così tutti i pensieri e le parole convogliavano verso quel nodo e si bloccavano.
A meno di 24 ore dal mio ritorno, mi ritrovo a scrivere della mia Terra e ancora non so bene cosa ne uscirà.
Per il momento, però, mi limito a mostrarvi ciò che ho visto e provo a dare tempo alle parole ed ai pensieri di superare questo enorme ostacolo.

DSC_9280

  • Alberobello
    La città di Alberobello si trova al centro della Valle d’Itria e da quasi 20 anni è entrata a far parte del Patrimonio dell’UNESCO. Proprio per questo, ogni giorno, pullula di gente che passeggia tra l’Aia Piccola, l’Aia Grande ed il Rione Monti alla scoperta di queste insolite costruzioni che, dopo più di 300 anni, si conservano come nuove.

DSC_9331

  • Ostuni
    Anche conosciuta come “Città Bianca” e, percorrendo la strada che raggiunge il centro, non è difficile capirne il perché. Il centro nevralgico di Ostuni è sicuramente Piazza della Libertà traboccante di ristoranti, bar e pizzerie. Sono andata alla scoperta di questa cittadina perdendomi tra i mille vialetti bianchi del centro storico. Ma attenzione, è come un labirinto!

DSC_9370

  • Polignano a Mare
    Tutti almeno una volta abbiamo cantato “Nel blu dipinto di Blu”, quindi non ho potuto non tornare – ci ero già stata altre volte – nella città natale di Domenico Modugno. Polignano è molto particolare perché, anche essendo una meta ambita dai giovani, è riuscita a non perdere la sua autenticità e, con essa, il suo centro storico è diventato uno dei più belli della costa Adriatica Pugliese.

IMG_3542

  • Castel del Monte
    Arrivati sulla cima della collina che ospita il famosissimo castello a base ottagonale, l’espressione del mio fidanzato è stata semplicemente “Federico II aveva capito tutto!”. Ed è proprio così. Per quanto mi riguarda andare a Castel del Monte vale la pena anche solo per poter avere una visione diversa delle Murge e tornare indietro nel tempo – in quello che si pensa sia stata la residenza di caccia dell’imperatore. Come i trulli di Alberobello, anche Castel del Monte è entrato a far parte del patrimonio dell’UNESCO nel 1996.La nostra Terra è piena di bellezze. Basta solo aprire gli occhi e osservare come se fosse la prima volta.

7 Comments

LEAVE A COMMENT

Rispondi