Quale è la tua meta?

Cerca il luogo che ti interessa e, se ci sono stata, sarò felice di aiutarti!

Cani e viaggi: la mia prima esperienza

Quando sono partita per le mie due settimane in giro tra Valle d’Aosta e Francia, non sapevo cosa aspettarmi.
Sia a livello paesaggistico che a livello emozionale.
Questa volta, però, c’era un valore aggiunto: Mia.

Mia è la cagnolina – un Jack Russel Terrier Toy – che da circa due anni è si è unita alla nostra famiglia. Aveva appena quaranta giorni quando è diventata nostra, la si teneva nel palmo di una mano tanto era piccola. Ha un carattere molto vivace, le bastano 5 minuti per recuperare le energie di un’intera giornata e rincorre tutto ciò che rotola, che vola o che striscia.

IMG_1418
In pochissimo tempo ci ha conquistati tutti! Come si fa a resistere a quegli occhietti e quel musetto?
La paura allo stesso tempo era tanta tra lavoro, scuola e hobby non sapevo se quel batuffolo di peli potesse ricevere tutto l’amore che merita.

E poi i viaggi

Bhè a tutto c’è una soluzione, noi stiamo ancora rincorrendo il nostro equilibrio ma siamo vicini.
La mia famiglia è composta da quattro persone: i miei genitori, mia sorella ed io.
Molto semplicemente facciamo i “turni”, se così vogliamo chiamarli.
L’anno scorso ognuno ha fatto la propria vacanza senza dover rinunciare a niente.
Mia sorella a Luglio e Agosto, io a Luglio ed i miei genitori ad Agosto.
La nostra cagnolina non è mai stata lasciata sola o a qualcuno estraneo che se ne prendesse cura.

DSC_0074 15.12.24

Lo scorso Agosto, invece, Mia ha intrapreso il suo primo viaggio.
E credo di non averla mai vista così felice da quando è con noi.
Sicuramente non si ha la stessa libertà di fare, vedere, girare ma niente eguaglia la felicità di vederla correre in un enorme prato verde – si, sembra che io stia parlando di un figlio.

Bisogna avere pazienza, tanta.
Io credo che un cane non sia un pupazzo, non lo si porta in vacanza  per lasciarlo in casa, in camper o in qualsiasi altro posto isolato.
Se parte con noi, partecipa al viaggio con noi.

DSC_9984 15.12.24

Nel nostro caso questa vacanza è stata perfetta anche per Mia. Una vera e propria immersione nella natura, dove è potuta essere quello che è: un cane.
La maggior parte del tempo è stata senza guinzaglio e pettorina – è più ubbidiente quando è libera rispetto a quando è legata – è stata libera di vivere l’ambiente ed il momento.
Dall’inizio del viaggio alla fine ha avuto un suo bastoncino che, puntualmente, prendeva  ancor prima che ci fermassimo per una nuova sosta.
Ci ha fatto scoprire quanto sia tremendamente coraggiosa e temeraria in natura, anche se a casa ha paura di un palloncino che vola.

Un viaggio con i cani, sicuramente non è facile. Sicuramente limita nelle scelte di itinerari, mete, cose da fare… ma posso assicurarvi che rimane impresso.

DSC_0293 15.12.24

Al prossimo articolo!
firma

 

2 Comments

  • federica

    Ciao Alessia, noi con il nostro quadrupede abbiamo fatto soli brevi vacanze, mai un viaggio vero. Saranno le dimensioni… ma lo troviamo molto impegnativo, a parte il fatto che scegliamo quasi sempre mete raggiungibili in aereo e lui è tagliato fuori a priori. Un itinerario come il tuo, magari in camper, sarebbe però perfetto anche per il nostro Cat e abbiamo in programma di provare presto!

    9 settembre 2015 at 10:14 AM
    • Alessia - Nata per Viaggiare
      Alessia Musella

      Ciao Federica! Al di là delle dimensioni, noi non vorremmo mai portarla in aereo o treno, non ci piace l’idea che debba stare chiusa in una gabbietta per tanto tempo. Cercheremo sempre di muoverci in autonomia, stiamo bene noi e Mia 🙂 Vi consiglio davvero di provare, conoscerete nuovi lati del vostro cagnolone. Noi in viaggio abbiamo conosciuto una coppia con due levrieri… è quanto dire 🙂

      10 settembre 2015 at 9:49 AM
LEAVE A COMMENT

Rispondi