Quale è la tua meta?

Cerca il luogo che ti interessa e, se ci sono stata, sarò felice di aiutarti!

ITINERARIO IN CAMPER TRA VALLE D'AOSTA E FRANCIA

Itinerario di due settimane tra Valle d’Aosta e Francia

Dopo due viaggi alla scoperta del Trentino Alto Adige, non avevo alte aspettative riguardo la Valle d’Aosta.
Dopo due viaggi in giro tra Bretagna e Normandia, non avevo alte aspettative riguardo l’Alta Savoia e Alta Provenza.
Ma è proprio questo il bello quando non si hanno le migliori delle aspettative, si rimane stupiti con poco ed è quello che mi è successo durante le ultime due settimane.

Questo vuole essere un riassunto del viaggio in camper appena terminato e informativo per chi sta pensando di dirigersi nelle zone da me visitate.
Qui di seguito trovate la mappa dei luoghi da noi toccati con l’intero itinerario.

1

ITINERARIO Valle d’Aosta e Francia

Durata: 14 giorni

GIORNO 1:
Foggia – Forlì

GIORNO 2: Forlì – Torino – Forte di Bard – Aymavilles
GIORNO 3: Aymavilles – Cogne – Breuil-Cervinia
GIORNO 4: Breuil-Cervinia
GIORNO 5 : Chamois – Breuil-Cervinia
GIORNO 6: Breuil-Cervinia – Etroubles – Courmayeur
GIORNO 7: Courmayeur – Chamonix-Mont-Blanc – Evian-Les-Bais – Thonon-Les-Bais
GIORNO 8: Thonon-Les-Bais – Yvoire – La-Roche-Sur-Foron – Annecy
GIORNO 9: Annecy
GIORNO 10: Annecy – Aix-Les-Bais – Grenoble
GIORNO 11: Grenoble – Savines-Le-Lac
GIORNO 12: Savines-Le-Lac
GIORNO 13: Savines-Le-Lac – Barcelonnette – Colle della Maddalena
GIORNO 14: Ritorno

Essendo un viaggio on the road, il tutto è molto soggettivo: tempi di guida, soste, cosa visitare.
Per noi l’importante è raggiungere il luogo d’interesse nel minor tempo possibile ma senza stress.
Ci siamo soffermati molto sui piccoli paesini, che sono spesso meno turistici e più autentici dei centri più grandi, nei quali si trovano meravigliosi mercati.

Dove dormire e sostare in camper tra Valle d’Aosta e Francia

Aymavilles -> Punto sosta con carico e scarico acqua (Lat 45.701246 Long 7.239451). In paese, proseguendo verso Cogne, è collocato a destra prima di iniziare la salita. Costo 6€ a notte (compresa tassa di soggiorno).
Cogne -> Area attrezzata con carico e scarico acqua, corrente (Lat45.608703 Long 7.357961) Costo €14,00 intera giornata, €2,50 corrente e €0,80 tassa di soggiorno.

Breuil-Cervinia -> Area attrezzata con carico e scarico acqua (Lat 45.926002 Long 7.620332). Costo €8 al giorno.
Buisson-Chamois -> Parcheggio funivia (Lat 45.832874 Long 7.601654).

Valtournach -> Punto sosta con barbecue e area picnic (Lat 45.909069 Long 7.615370).
Courmayeur -> Camping “la Sorgente” (Lat 45.805252 Long 6.923994).
Chamonix-Mont Blanc -> Parcheggio con carico e scarico acqua (Lat 45.923065 Long 6.876870).

Thonon-les-Bais -> sosta sul lungo lago.
Yvoire -> parcheggio (Lat 46.368005 Long 6.325431)

Annecy -> Camping “Le Verger (Lat 45.874457 Long 6.141306).
Grenoble -> Parcheggio (Lat 45.194405 Long 5.718365).
Savines-le-Lac -> Camping “Campéole Du Lac” (Lat 44.457213 Long 6.363843)

VALLE D’AOSTA

Ho trovato molto facile viaggiare in Valle d’Aosta; la regione ha una strada principale che va da est ad ovest e dalla quale iniziano le strade secondarie.
A livello paesaggistico mi ha stupita non poco: un perfetto connubio tra natura e centri cittadini.
Con le sue casette in legno ed i davanzali – e non solo – pieni di fiori, la Valle d’Aosta ha saputo rapirmi.
Ma soprattutto, ho trovato questa regione molto ospitale nei confronti dei camperisti, cosa non da poco per chi viaggia da anni in camper e sa come siamo visti da chi è al di fuori del nostro mondo.

2

ALTA SAVOIA, SAVOIA E ALTE ALPI

Sono 3 regioni della Francia che dovevo ancora spuntare e non hanno niente a che vedere con la Francia Occidentale. Verde e alte montagne a perdita d’occhio, enormi prati  con gli animali al pascolo, piccoli paesi in cui si ha la sensazione di essere l’unico essere vivente presente. Al di fuori delle città, qui si potrà capire il vero senso della parola relax – nel caso foste amanti della natura, del verde e della montagne.
Per il fattore “camperisti” le nostre aspettative non sono state deluse: organizzazione e ospitalità n°1!

3

PEDAGGI E CARBURANTE

Gli unici pedaggi che abbiamo pagato sono stati l’autostrada fino a Torino ed il traforo del Monte Bianco (€58,50 solo andata in camper). Per il resto siamo tipi da strade bianche, quelle che si trovavano una volta sulle cartine e che ci hanno accompagnato in quest’ultima (dis)avventura senza navigatore.
Il carburante in Valle d’Aosta costa tanto quanto il sud Italia mentre in Francia costa decisamente meno, il prezzo più basso che abbiamo trovato è stato di 1,10€/lt.

SPESA E SUPERMERCATI

Personalmente, in Francia, non sarei più voluta uscire da nessun Carrefour o InterMarché!
Il costo della vita è circa quanto quello italiano, non si trovano grandi convenienze ma sicuramente prodotti che qui da noi non abbiamo. Abbiamo fatto scorta di zuppe, guaffre, crepes, sciroppo d’acero, pains au chocolat, salami e formaggi! Io sono andata alla ricerca dei prodotti Le Petit Marsilles e Thaiti.

VIAGGIO A 4 ZAMPE

Come avevo annunciato nell’articolo precedente, questo sarebbe stato un viaggio-esperimento in quanto abbiamo portato con noi la nostra cagnolina di due anni. E’ stata un’esperienza unica ed ero troppo emozionata per il suo primo viaggio – come per un figlio. Per nostra fortuna, è sempre stata ben accetta in qualunque luogo con e senza condizioni. Ma ve ne parlerò meglio in un futuro articolo in cui vi presenterò Mia.

4

Al prossimo articolo,

firma

4 Comments

  • Michela

    Post molto utile, soprattutto la parte sui supermercati ^^ Andrò in Val d’Aosta a Pasqua molto probabilmente e non mancherò di far scorta di delizie ^^

    27 agosto 2015 at 11:22 AM
    • Alessia - Nata per Viaggiare
      Alessia Musella

      Ops! Non ho specificato, nella parte dei supermercati, che mi riferivo alla Francia :/ chissà forse avvicinandoti al confine, il Carrefour avrà qualcosa di più particolare. Mia madre ed io siamo state dentro almeno 2 ore 😀

      27 agosto 2015 at 2:50 PM
LEAVE A COMMENT

Rispondi