#48orea Londra – cosa vedere e consigli

3 Shares
1
0
2

Quando Mario ed io abbiamo acquistato i biglietti aerei per il nostro viaggio a Londra, sono impazzita. Troppe cose da vedere e pochi giorni a disposizione. Inizialmente eravamo convinti di avere 3 giorni per scoprire  (e riscoprire per me), nel migliore dei modi, la capitale inglese; solo il giorno della partenza ci siamo resi conto che infondo ne abbiamo avuti soltanto due.
Ed è così che nascono le mie #48oreaLondra = Londra in 2 giorni

Cosa è #48orea…?

La dolcissima Valentina di Guenda’s Travel mi ha invitata a partecipare al suo progetto #FugaInEuropa, qui trovate tutte le informazioni nel caso vogliate partecipare.
Valentina ha creato due hashtag: #8orea e #48orea, a seconda che sia una fuga giornaliera o di due giorni.
Non potevo avere modo migliore di partecipare se non parlando della mia amata Londra.

Partiamo?

Londra in 2 giorni – Giorno 1 tra storia e regalità

Tra euforia e trepidante attesa, ha inizio il nostro primo giorno a Londra.
Noi ci siamo spostati solo ed esclusivamente a piedi, utilizzando la metropolitana per raggiungere il primo punto di interesse e per tornare in albergo.
L’avventura inizia al carinissimo Apple Market di Covent Garden, passando per la Londra storica (Colonna di Nelson, Churchill War Rooms)  e regale (Admiralty Arch, Buckingham Palace, St James Palace); ciò che più amo di Londra sono i suoi immensi parchi e perché non attraversare l’intero St Jame’s Park per arrivare all’Horse Guard Parade?  Con un po’ di fortuna – anche se non sarà difficile – avrete i primi approcci con i simpaticissimi scoiattoli che popolano i parchi.
E come non inserire nel primo giorno anche il Big Ben, Westminster Abbey e il Palazzo del Parlamento? Potrei rimanere lì per ore ad osservare le loro architetture gotiche fatta di guglie e immense finestre. Per chiudere in bellezza la serata – no, non sarete stanchi – una lunghissima e piacevole passeggiata a SouthBank fatta di piccoli chioschi, musica dal vivo, luci ed il Big Ben illuminato.

Curiosità:

All’interno della mappa ci sono 3 indirizzi particolari o fuori dai soliti itinerari turistici:

  • Stanford (12-14 Long Acre, London) è una libreria nel cuore di Covent Garden. Non è una libreria qualsiasi, infatti è a tema viaggi! Due piani fatti di guide turistiche, letteratura di viaggio, mappe e mappamondi in tutte le salse, gadget… insomma, un paradiso per noi viaggiatori!
  • 23 Bedfordbury è un indirizzo apparentemente insignificante ma, per i fan come me di Harry Potter, è una tappa da non escludere. Si tratta infatti dei vicoli scuri e inquietanti dove sono state filmate le scene ambientate a Nocturne Alley.
  • Admiralty Arch, oltre ad essere un edificio costruito in memoria della Regina Vittoria, ha una caratteristica particolare: un naso sulla parete interna della porta nord. Si dice sia stato fatto in onore del Duca di Wellington, noto per il suo naso particolarmente grosso.

Kensington Garden - Londra

Londra in 2 giorni – Giorno 2 tra parchi e mercati

Zaino in spalla e via per il secondo giorno! Metropolitana fino a Notting Hill Gate e, da qui in poi, il nostro unico mezzo di trasporto saranno ancora i nostri piedi.
Il sabato mattina non possiamo perdere il meraviglioso mercato di Portobello: oggettistica vintage, abbigliamento, i colori della frutta e verdura ed il mix di profumi del cibo che inizia ad essere preparato sin dalle prime ore della giornata. Costeggiando la parte interna degli immensi parchi di Kensington Garden e Hyde Park, arriviamo a Marble Arch, un estremo della lunghissima e affollatissima Oxford Street.
Ci perdiamo, volontariamente, tra le viuzze del Marylebone e giungiamo nel mio parco preferito: Regent’s Park! Secondo obiettivo della giornata è l’eccentrica e colorata Camden Town con i suoi mercati. Inizia la discesa verso il Tamigi e la tappa finale della giornata: Piccadilly Circus e SoHo, dove non si avranno problemi per trovare un posticino in cui rilassarsi e godersi un ottimo pasto.

Londra

[Tweet “#48oreaLondra: cosa vedere e consigli”]

Mai come questa volta ho capito l’importanza di scoprire una città spostandomi a piedi. Piccoli angoli nascosti che, anche sulle migliori guide, non vengono segnalati; quartieri, locali e graziosi giardini. Un’esperienza di cui farò tesoro per il futuro!

I 5 blogger che nomino, per raccontare la loro #FugaInEuropa, sono:

Aspetto i vostri racconti e chissà che non mi ispiriate per una nuova fuga! 😉

LONDON IN 2 GIORNI

3 Shares
8 comments
  1. Fantastica Londra! E tu in due giorni sei pure riuscita a metterci dentro tre luoghi curiosi!
    Me li segno per la prossima volta..perchè per Londra c’è sempre una prossima volta!!

    1. Sii, abbiamo partecipato ad un tour (di cui vorrei provarne altri in giro per l’Europa) che ci ha fatto toccare moltissimi punti e anche alcuni più strani 🙂 esatto! Per Londra c’è SEMPRE una prossima volta… ed io già sogno la successiva!

    1. Vale non potevo non accettare la sfida, soprattutto se avevo la possibilità di parlare ancora una volta di Londra! Quando siamo arrivati a NocturneAlley non ci potevo credere, così per caso lo abbiamo scoperto 🙂

  2. Adorato weekend…<3 scrivo solo ora perché ultimamente non più il tempo per dedicarmi alle cose che amo :((.
    Grazie per la nomination…vedrò di rispondere al più presto! 😉
    Un abbraccio!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You May Also Like