Quale è la tua meta?

Cerca il luogo che ti interessa e, se ci sono stata, sarò felice di aiutarti!

NataperViaggiare in nomination! #LIEBSTERAWARD

I tempi delle nomination arrivano per tutti i blogger e, puntuale come un orologio svizzero, anche NataperViaggiare è stat nominata per il suo primo award.
La mia nomination parte da Ritagli di Viaggio per il #LIEBSTERAWARD e con moltissimo piacere risponderò alle sue domande.
Come funziona? Il #LIEBSTERAWARD è un gioco, utile soprattutto per far conoscere i blog nati da poco. Il nominato risponde alle 10 domande del blogger che lo ha citato e successivamente nomina altri 5 blogger formulando 10 nuove domande.

Qui di seguito risponderò alle domande di Ritagli di Viaggio, poi nominerò le 5 blogger e le 10 domande alle quali dovranno rispondere, se vorranno!

  1. Perché hai deciso di scrivere un blog?
    Tra tutte, forse, è la domanda più difficile. Ogni tanto, chiunque, sente il bisogno di avere uno spazio proprio e che possa considerare un rifugio o semplicemente un pozzo per i pensieri (certo, proprio come il Pensatoio di Silente). Mi sono accorta di avere delle passioni che potevano essere accomunate: viaggiare, fotografare e scrivere. E così nasce Nata per Viaggiare. Un pensatoio dal quale un giorno potrò tirare fuori tutti i ricordi delle mie avventure.
  2. La città che più rispecchia il tuo animo tra quelle che hai visitato?
    Senz’ombra di dubbio Londra. Londra per me è speciale e, al momento, lo considero il mio posto nel mondo!314761_2333605469702_1846390279_n
  3. Il posto dove vorresti sempre tornare e quello invece in cui non torneresti più?
    Come ho detto nella domanda precedente, sicuramente Londra. Sono convinta che non potrei mai stancarmi di questa città. Un posto in cui non tornerei più è Bratislava, ci sono stata nel 2006 e ne sono rimasta altamente delusa. Forse, ci tornerei solo per ricredermi.
  4. I cinque viaggi più belli che hai fatto?
    1. Svezia, Finlandia e Norvegia nel 2007
    2. Inghilterra nel 2011 in vacanza-studio
    3. Irlanda nel 2012 in vacanza-studio
    4. Croazia nel 2005
    5. Normandia e Bretagna nel 2009
  5. Il tuo libro di viaggi preferito?
    Non ho un libro di viaggi preferito, devo ancora avvicinarmi a questo tipo di letture. Ma mi è piaciuta moltissimo la trasposizione cinematografica di “Mangia Prega Ama”, di cui mi sono promessa di leggere il libro.
  6. La fotografia di cui vai più fiero?
    Sono fiera e orgogliosa di una foto scattata l’estate scorsa sugli Champs-Elysées al tramonto e che vi lascio qui sotto. E’ una di quelle foto che stamperò in formato gigante e appenderò nella mia casa.DSC_8887
  7. Porti a casa souvenirs e, se sì, quali?
    Domanda complicata! Devo ancora trovare il mio souvenirs perfetto ma per il momento porto a casa maglie dell’Hard Rock, che un giorno spero di trasformare in un’enorme coperta di città, e targhe. Si, avrò la casa tappezzata di targhe, forse 😉
  8. Zaino, trolley o valigia?
    Per il momento ho sempre viaggiato in trolley o valigia, per trasportare il necessario da casa al camper, ma sono curiosissima di provare un viaggio zaino in spalla per mettermi alla prova e portare con me solo lo stretto indispensabile.
  9. A cosa rinunci pur di partire per un viaggio?
    Ultimamente mi sono messa alla prova e ho piacevolmente scoperto che sono disposta a rinunciare a tutto, dalle mangiate fuori casa alla milionesima maglia, ai cosmetici che tanto amo. A qualsiasi cosa per un viaggio!
  10. Perché leggere il tuo blog?
    Non sono una persona che ama mettersi in mostra, ne tanto meno sono il tipo che dice “Leggimi, leggimi perché io…”. L’unica ragione che potrei dare è che, essendo una fra tanti ed ognuno è diverso, scoprirete il mondo attraverso altri occhi ed altre parole. Occhi e parole di una persona che ama viaggiare e ha il piacere di condividere i suoi pensieri con il resto del mondo.

I miei nominati sono:
Appunti in Valigia
Un Viaggio per Due
The Travel Gazette
2giromondo
Martinaway

Ed ecco a voi le mie 10 domande:
1. Perché ami viaggiare?
2. Quali sono le tue 3 mete da sogno?
3. Il viaggio più strano che vorresti fare?
4. Ti piace provare la cucina locale? Se sì, quale ti è piaciuta maggiormente?
5. I 3 oggetti immancabili nel tuo trolley?
6. Quale angolo del mondo consigli ad ogni persona?
7. Hai un rituale pre-viaggio, se sì, quale?
8. Il tuo Giro del Mondo ideale quali paesi toccherebbe?
9. Quale luogo è riuscita a trasmetterti forti emozioni?
10. Da dove è nato il nome del tuo blog?

AGGIORNAMENTO DEL 19.06.2015

Ebbene si, Nata per Viaggiare è stata nominata per la seconda volta.
Grazie a In Giro con Fluppa perché rientro tra i blog che per grafica, contenuti e simpatia apprezza di piu’. Ma veniamo alle sue domande ed alle mie risposte.

1. Avete una certa somma di denaro da poter spendere: tanti piccoli viaggetti oppure un viaggione come dio comanda?
D’istinto mi viene da dire “un viaggione come Dio comanda”. E magari un giro del mondo da est verso ovest, passando per Kenya, Madagascar, India, Thailandia, Giappone, Hawaii, Stati Uniti e una sosta nella mia amatissima Londra prima di rientrare a casa.

2. Avete mai viaggiato da sole? Com’e’ stato?
No, non ho mai viaggiato in solitaria ma un giorno vorrei provare, mi incuriosisce il dover contare solo su me stessa e mettermi alla prova giorno dopo giorno in un paese che non considero casa. Ma timida come sono, potrei considerare un viaggio da sola anche un viaggio fatto con un gruppo di cui non conosco nessuno… come mi è già capitato al 3° anno di superiori per una vacanza-studio! Non conoscevo praticamente nessuno! Ma è stato bellissimo!

3. Come reagite a degli spiacevoli imprevisti in viaggio (es. ritardi di voli, smarrimento valigia, furti) ?
Dipende ovviamente dagli “imprevisti”. L’estate scorsa il mio volo di rientro da Parigi è stato ritardato di quasi 2 ore con il rischio di essere cancellato. In un primo momento sono stata presa dall’ansia ma poi ci ho riso su e ci rido ancora. Sempre a Parigi, quasi 10 anni fa, hanno rubato nel nostro camper e tutt’oggi non riusciamo a capacitarci come sia successo visto che ci trovavamo nel parcheggio di un ospedale.

4. Come conciliate casa, lavoro/studio, famiglia, amici, viaggi e travelblog?
Per il momento non mi risulta difficile non avendo un lavoro vero e proprio, poiché sto svolgendo un tirocinio che mi lascia abbastanza tempo libero.

5. Un luogo sottovalutato e uno sopravvalutato?
Sottovalutato credo i paesi Scandivi! A livello paesaggistico sono meravigliosi, il problema è che il turismo in questi paesi si sta sviluppando solo in questi ultimi anni.
Sopravvalutato… Parigi! Certamente è una bella città ma non mi ha mai trasmesso tanto. Dedicherei molto più tempo al nord della Francia: Bretagna, Normandia.

6. Quando scrivete un post, da dove cominciate?
Provo sempre a cominciare con le mie impressioni, a scrivere ciò che un luogo è riuscito a trasmettermi e cosa mi è rimasto più vivido nella mente. Anche se amo i post ricchi di informazioni e consigli 🙂

7. Come reagite quando volete scrivere ma la vostra musa ispiratrice proprio non vuole lavorare?
La cosa migliore da fare è semplicemente non scrivere. Perché sono sicura che mi ritroverei con un articolo del quale non sarei per niente soddisfatta e siccome sono esigente e critica con me stessa… non scrivo 🙂 attendo un momento migliore.

8. Quanto e’ difficile trovare dei compagni di viaggio adatti?
Direi molto! La mia famiglia ed io abbiamo viaggiato pochissimo con altre persone proprio perché avevamo dei ritmi rigidi e ben delineati, viaggiando sempre in maniera itinerante. Da tre anni a questa parte ho iniziato a viaggiare con il mio fidanzato e solo una volta insieme ad un’altra coppia. Non nascondo che, al momento, è ancora difficile trovare un equilibrio tra me e lui 🙂

9. Tipe da hotel o da ostello?
Per il momento sicuramente hotel, ma mi ritengo una persona che si adatta non troppo difficilmente, quindi se la situazione lo richiede va benissimo anche l’ostello.

10. Ogni occasione e’ buona per scrivere un post, o scrivete solo quando avete qualcosa da dire?
Scrivo nel momento in cui sono pronta a farlo. Quando le parole vengo giù da sole e non devo forzarmi. Credo che il blog non sia un obbligo ma uno svago ed un piacere. Considero la scrittura un momento di pausa dalla realtà e un ritorno ai ricordi, per questo scrivo.

Grazie ancora a Flavia di In Giro con Fluppa, ho amato le sue domande ed è stato un piacere rispondere.

2 Comments

  • Antonella

    Grazie mille, Alessia! Che bella sorpresa, sei stata un tesoro!
    Spero di riuscire a rispondere al più presto (purtroppo giugno e luglio sono mesi d’esami, e il tempo per le cose che si amano è sempre poco 🙁 ).
    Comunque sai, anche a me Bratislava non è piaciuta proprio, è una città un po’ sopravvalutata!
    Un abbraccio!:)

    10 giugno 2015 at 3:13 PM
    • Alessia - Nata per Viaggiare

      Bratislava ci ha delusi così tanto, a me ed alla mia famiglia, che ci siamo rimasti solo mezza giornata. Comunque non c’è fretta nel rispondere 🙂 anche se sono curiosa di leggere le tue risposte! Un abbraccio

      10 giugno 2015 at 6:15 PM
LEAVE A COMMENT

Rispondi