Quale è la tua meta?

Cerca il luogo che ti interessa e, se ci sono stata, sarò felice di aiutarti!

PARIGI IN 3 GIORNI

Parigi in 3 giorni: cosa non perdere

Spesso chi viaggia lotta anche contro il tempo che ha disposizione – o almeno per me è così.
Perché, piuttosto che rinunciare ad una piccola fuga, noi viaggiatori siamo disposti a dormire poche ore la notte e dedicare quanto più tempo possibile alla città che visitiamo.

A me è capitato proprio quest’estate a Parigi, avevo a disposizione solo 3 giorni per visitare la città e così ho creato 3 itinerari in base a ciò che mi interessava e quanto bastava per scoprire al meglio la capitale francese.

PARIGI IN 3 GIORNI – GIORNO 1

Il mio fidanzato ed io siamo arrivati in città ad ora di pranzo, quindi la nostra esplorazione è iniziata nel primo pomeriggio alla ricerca di qualcosa da mangiare nel Quartiere Latino, pieno di locali e molto vivace. Dopo una breve sosta sul lungo Senna ci siamo diretti verso la Cattedrale di Notre Dame e le sue Torri dalle quali si gode di un’ottima vista della città.
Proseguiamo la nostra passeggiata lungo Rue de Rivoli sino ad arrivare alla fermata metro Lovre-Rivoli. Dopo una breve sosta in albergo e una bella rinfrescata ci incamminiamo verso l’obiettivo della giornata: la Tour Eiffel. Dalla fermata metro Champs-Élysées – Clemenceau, percorriamo parte degli Champs-Élysées  fino all’Arc de Triomphe. Vista l’ora tarda, prendiamo un bus che ci porta direttamente sulla balconata del Trocadéro, dove rimaniamo senza parole per lo spettacolo dinanzi ai nostri occhi: la Tour Eiffel imponente sui Champ de Mars illuminata. La nostra prima giornata si è conclusa con la, ovvia, salita sulla Torre.

PARIGI IN 3 GIORNI – GIORNO 2

Il secondo giorno è stato dedicato per metà al Museo del Louvre e per metà al quartiere di Montmartre. Al Museo del Louvre abbiamo noleggiato un’audio-guida che ci ha permesso di vedere le opere più importanti e famose in mezza giornata. Ci siamo poi diretti verso l’Operà, che non abbiamo visitato all’interno, per una breve sosta per il pranzo. Con la metro siamo arrivati al quartiere di Montmartre che ho semplicemente adorato! Non abbiamo utilizzato la funivia per arrivare sulla cima della collina, ma abbiamo preferito salire le scale e vedere  il panorama via via diventare sempre più grande. La Basilica del Sacro Cuore, purtroppo, non mi ha entusiasmato tanto quanto la Cattedrale di Notre Dame. Abbiamo iniziato la nostra discesa verso Place du Tertre, la piazza piena di artisti e caricaturisti. Arriviamo a Place des Abbesses che ha l’omonima fermata della metro, una delle più antiche e profonde di Parigi. Adiacente a questa fermata c’è un piccolo giardino che ospita Le mur des je t’aime, sul quale troviamo 311 “ti amo” in 250 lingue diverse. La sera cena sul lungo Senna e immancabile sosta alla libreria Shakespeare & Company.

PARIGI IN 3 GIORNI – GIORNO 3

L’ultima mezza giornata l’abbiamo dedicato ad una lunga passeggiata lungo gli Champs Elysées, con brevissima sosta da Ladurée per i miei primi macarons – che adoro! Abbiamo attraversato Place de la Concorde  ed i meravigliosi Jardins des Tuileries, nei quali non si può non fermarsi e rilassarsi.

C’è molto da vedere a Parigi, mi sarebbe piaciuto visitare la Reggia di Versailles, i Bois de Boulogne, i cimiteri di Montparnasse e Père Lachaise, le catacombe. Tutto questo non è perso ma semplicemente rinviato alla mia prossima volta.. perché sicuramente ci sarà una prossima volta!

PARIGI IN 3 GIORNI PIN

8 Comments

  • Manuela

    super itinerario! A me non sono bastati 5 giorni, Parigi è TROOOOPPPO enorme! 😀
    E troppo troppo bella! 🙂

    12 marzo 2015 at 11:00 PM
    • Alessia - Nata per Viaggiare

      Si Manu, é bellissima.. É sicuramente ha bisogno di un po’ di tempo per visitarla bene! Mi mancano così tante cose da vedere 🙂

      12 marzo 2015 at 11:34 PM
  • Roberta

    Non mi stancherei mai di Parigi! In particolare Montmartre, mi è rimasta nel cuore. Ottimo itinerario! Dici proprio bene,, si lotta contro il tempo 🙂

    28 giugno 2016 at 2:33 PM
    • Alessia - Nata per Viaggiare
      Alessia Musella

      Grazie mille! 😀 Montmartre è deliziosa, basti pensare che proprio lì c’è una piccola vigna in cui viene prodotto del vino nel pieno della città!

      28 giugno 2016 at 2:37 PM
  • partyepartenze

    Parigi è sempre Parigi e personalmente ci andrei anche per un solo pomeriggio. Mi permetto di suggerire ai visitatori di passaggio e con pochi giorni a disposizione di prenotare tutte le visite ai monumenti e musei direttamente su internet: ciò permetterà di saltare molte code e farà risparmiare molto tempo. E poi non si dice che “quando Dio si annoia apre una finestra e guarda Parigi”?

    13 giugno 2017 at 9:40 PM
    • Alessia - Nata per Viaggiare
      Alessia Musella

      Non conoscevo questo detto 🙂 Hai super-ragione, se si è interessati ai musei conviene prenotare. Noi sia alla torre Eiffel, Notre Dame o al Louvre non abbiamo assolutamente avuto problemi di file (a Luglio)

      14 giugno 2017 at 12:56 PM
LEAVE A COMMENT

Rispondi